Premio Nilla Pizzi per non dimenticare una grandissima artista

Scritto da il

Mantenere vivo il ricordo di un’artista indimenticata e indimenticabile della musica italiana e internazionale unito al desiderio di restituire lo spirito, la forza e la grazia che hanno animato la vita di questa donna straordinaria che, incarnando il costume di un’epoca, ha saputo percorrere le strade del tempo con una grande capacità di reinventarsi: è l’obiettivo del Premio Nilla Pizzi, istituito nel 2019 dal Comune di Sant’Agata Bolognese, il suo paese natale, con lo scopo di premiare quanti abbiano saputo innovare con libertà intellettuale e spirito di solidarietà sociale i settori dell’arte e della cultura con particolare attenzione alla musica, ma anche dello sport e dell’imprenditoria.

Sospeso nel 2020 causa covid, il Premio torna il 18 dicembre (ore 21) al Teatro comunale Bibiena: un premio che non è un concorso bensì uno strumento di promozione e riconoscimento per chi è capace di reinventarsi ogni giorno.

Saranno premiati Luciano Bovina, per aver saputo coniugare l’attività di imprenditore con quella di fotografo e videomaker; Matteo Scircoli, per aver saputo mantenere viva la memoria di Nilla Pizzi attraverso la ricerca e la conservazione di materiale fotografico, di copertine delle più importanti riviste e di filmati dell’epoca nell’intento di trasmettere alle nuove generazioni memoria del percorso artistico, umano e sociale della regina della canzone italiana; Tommaso Stanzani, per essere riuscito con impegno, dedizione, cura e passione a raggiungere importanti risultati nel mondo della danza, lasciando con coraggio un percorso, quello del pattinaggio, in cui aveva già raggiunto rilevanti traguardi; Greta Zuccoli, per la voce cristallina nella quale risuonano echi folk che si fondono alla melodia italiana.

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Follow Your Radio

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On Instagram

Open chat