A Cagliari debutto di “Neanche gli Dei”, festival letterario

Scritto da il

E’ tutto pronto, a Cagliari, per il debutto di Neanche gli Dei, il festival letterario e di incontri che da oggi a domenica 21 vivrà la sua prima edizione al Palazzo Siotto, al civico 114 di via dei Genovesi, nel cuore del quartiere storico di Castello.

Ideazione e organizzazione sono della cooperativa Vox Day, sodalizio “storico” nel panorama della musica in Sardegna, che espande così il raggio della sua attività culturale: «Con questa iniziativa – spiegano gli organizzatori – inauguriamo un nuovo spazio dedicato a quei contenuti che fino a oggi abbiamo proposto solo parzialmente nei programmi del Karel Music Expo, il “festival delle culture resistenti” che organizziamo da quindici anni; un nuovo spazio dove proporre occasioni di confronto dialettico e interazione tra linguaggi affini». Sotto il titolo “Voci e parole oltre il confine”, questa prima edizione di Neanche gli Dei (il nome è preso in prestito dal romanzo di fantascienza di Isaac Asimov “The Gods Themselves”, del 1972) spazierà dunque dalla letteratura all’economia, dal sociale alla psicologia, alla musica, attraverso incontri e contributi di ospiti provenienti da ambiti culturali differenti.

Il palinsesto di ciascuna delle quattro serate al Palazzo Siotto si riconosce nel segno di un tema specifico, evocato da un titolo di volta in volta diverso. “Sotto la stessa luna” è quello della serata inaugurale . La conduzione è affidata a Rita Atzeri (attrice, autrice, regista e direttore artistico della storica compagnia cagliaritana Il Crogiuolo)La prima edizione di “Neanche gli Dei” è organizzata dalla cooperativa Vox Day con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport) e del Comune di Cagliari (Assessorato alla Cultura).

L’ingresso a tutti gli appuntamenti del festival è gratuito, ma è consigliata la prenotazione tramite il link: bit.ly/31BJBeR oppure contattando Vox Day al numero 070 840 345 o via mail all’indirizzo [email protected].

L’ingresso è aperto anche a chi fosse sprovvisto di green pass: si potrà infatti avere il proprio tampone rapido gratuito e certificato da personale sanitario qualificato all’ingresso del festival.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Follow Your Radio

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On Instagram

Open chat